bicicletta pieghevole

I principali tipi di bici pieghevole.

Il mercato offre sempre più biciclette pieghevoli e ci sono sempre più modelli con caratteristiche differenti e qualità ben marcate. Eccovi una piccola guida per orientarsi più facilmente all’interno di questa nuova giunga contemporanea!

Ma quali sono i principali tipi di bici pieghevole?

Come vi ho già detto c’è una grandissima varietà di biciclette pieghevoli, ma – ovviamente – tutti questi prodotti hanno un aspetto in comune da prendere in considerazione: possono essere riposte in uno spazio ridotto, senza dover utilizzare particolari strumenti.

Possiamo prendere in considerazione biciclette pieghevole di tipi differenti. I quattro materiali più comunemente usati per il telaio sono i seguenti: alluminio, acciaio inox, fibra di carbonio e titanio.

Tutti questi materiali hanno come obiettivo di coniugare la leggerezza, caratteristica indispensabile per una bicicletta elettrica, con la robustezza di quest’ultima.

Dovete sapere che la qualità di una bicicletta pieghevole si può tranquillamente misurare considerando il peso di quest’ultima, la maneggevolezza nel piegarla e nel trasportarla, la robustezza del meccanismo di chiusura e l’ingombro.

Inoltre, vi posso dire che esistono pieghevoli con o senza rapporti, con ruote strette o larghe.

Infine, ci sono le pieghevoli elettriche, perfette per coloro che vogliono arrivare al lavoro ancora freschi di doccia ed anche per coloro che sono un po’ fuori allenamento.

Ma quanto mi può costare una bicicletta pieghevole?

Una buona bicicletta pieghevole costa quanto una buona bici da strada, ma è un mezzo di trasporto che si ripaga da sé, un vero e proprio investimento in termini di salute e di risparmio. Pensate alla benzina, ai costi per il parcheggio e alle multe che – attraverso l’uso di una bicicletta elettrica – non dobbiamo sborsare ogni anno. Infatti, dovete sapere che le città italiane non impongono nessuna restrizione nella circolazione delle biciclette.

Tuttavia, fate attenzione in quanto ci può essere il problema dell’assenza di piste ciclabili. Se dovete percorrere delle strade sconnesse, allora è meglio scegliere una bici da fuoristrada poiché vi aiuterà a mantenere una buona tenuta, anche quando il tempo non è particolarmente clemente.

 

Insomma, le biciclette pieghevoli rappresentano dei modelli davvero versatili ed utilissimi. Infatti – a mio parere – rappresentano un vero e proprio investimento sia per la salute dell’utilizzatore che per il risparmio!